Archivi categorie: Andrea Rossi

LENR: Intervista con Ed Storms e Frank Acland

storms and aclandPer noi curiosi – ma non necessariamente esperti – della ricerca sulla fusione fredda (o LENR, come viene definita oggi), la presenza di un blog come e-catworld e del suo moderatore, Frank Acland, e’ importantissima, perche’spesso ci forniscono notizie importanti, spiegandole in modo chiaro e semplice. Quella che vi riportiamo oggi e’ la notizia di una duplice intervista tutta dedicata alle LENR fatta all’interno della rubrica Pentamental Show sulla Syncbook Radio e condotta da John Maguire.

Fusione Fredda: Andrea Rossi procede con la produzione dell’E-Cat Quark X

Rossi_settembre 2016Non deve essere affatto facile per Andrea Rossi continuare a concentrarsi sul suo lavoro dopo aver passato un’estate decisamente turbolenta. L’irreparabile rottura dei rapporti con la Industrial Heat ha colto tutti noi che seguiamo le vidende del nostro inventore da anni piuttosto di sorpresa, e molti si chiedono che ne sara’ ora della produzione dell’E-Cat. Ma Rossi non e’ certo una persona che si scoraggia facilmente, evidentemente sorretto dalla fiducia nella validita’ della sua invenzione. E mentre da un lato sta fronteggiando un’azione legale piuttosto pesante, dall’altro procede con lo sviluppo della sua invenzione, l’E-Cat, di cui ora esiste una versione denominata E-Cat Quark X. Ma andiamo per ordine.

Quali tecnologie potrebbero salvare il nostro pianeta? Secondo l’Irish Times la fusione fredda

cold fusionOrmai e’ assodato, nel corso dell’anno che sta volgendo al termine la fusione fredda ha subito un vero e proprio processo di riabilitazione. La fusione fredda, o le LENR (Low Energy Nuclear Reactions) – come molti preferiscono definire questo tipo di energia, e’ stata ostacolata e ridicolizzata per decenni dalla scienza ufficiale, ma nel corso del 2015 sempre piu’ ricercatori, istituzioni ed aziende han deciso di sostenere questa ricerca avviata da Fleischmann e Pons, probabilmente grazie anche all’irruzione di Andrea Rossi col suo E-Cat.

Vessela Nicolova pubblica una nuova intervista ad Andrea Rossi

Vessela Nicolova, l’autrice della biografia su Andrea Rossi (E-cat-The New Fire) e   del libro  “Hot-Cat 2.0: How last generation E-Cats are made”  (scritto insieme a Roberto Ventola), ha appena pubblicato sul suo blog  l’intervista fatta recentemente ad Andrea Rossi e presentata in occasione di un workshop tenutosi a Roma il 24 novembre ed organizzato da Domenico Scilipoti.

Andrea Rossi, che durante l’intervista si trovava all’interno del container in cui sta attualmente lavorando (passandoci in media 16 ore al giorno), ci ha aggiornato brevemente sulla situazione dei lavori in corso sull’impianto da 1MW (quello installato presso gli stabilimenti di un cliente della Industrial Heat) e sull’E-Cat X (ossia quello che sara’ l’E-Cat ad uso domestico).

Un E-Cat X presto disponibile per le nostre case?

e cat xAlzi la mano chi, tra i sostenitori di Andrea Rossi, non vorrebbe avere nella propria casa un E-Cat in grado di produrre sia elettricita’ che calore. Ebbene, con l’arrivo dell’E-Cat X sembra che questo desiderio (di cui  si parla da tempo) si stia effettivamente tramutando in realta’. Gia’ quest’estate (per la precisione in agosto) sul blog che il nostro Andrea Rossi aggiorna quotidianamente sul Journal of Nuclear Physics avevamo trovato un accenno alla produzione di un E-Cat ad uso domestico in grado di produrre sia corrente che calore.

La commercializzazione degli E-Cat comincera’ nel marzo del 2016 (se tutti i test saranno positivi)

1mwplantAndrea Rossi e’ sempre piu’ lanciato, ormai e’ un fiume in piena. Dopo aver ottenuto il brevetto negli USA per la sua tecnologia E-Cat, comincia a parlare seriamente delle modalita’ di commercializzazione del suo reattore. Anche se, come sottolinea spesso nelle risposte agli affezionati lettori del suo blog sul Journal of Nuclear Physics, tutto dipendera’ dagli esiti dei test in corso sull’impianto da 1MW installato presso gli stabilimenti di un cliente della Industrial Heat.

LENR: in ottobre seminario CERN su “The Anomalous Heat Effect on D/H loaded Palladium”

cern seminar 14 october 2015Il 2015 e’ stato un anno decisamente intenso ed importante per la ricerca sulle LENR e sulla fusione fredda. Oltre ad un rinnovato interesse sul tema (che in alcuni casi ha portato anche a nuovi finanziamenti), dimostrato dai diversi eventi ad esso dedicati, abbiamo recentemente visto brevettare negli USA la tecnologia E-Cat di Andrea Rossi e, in Europa, il dispositivo creato da Francesco Piantelli. Ma siamo sicuri che ancora molto accadra’ nei mesi a venire.

L’E-Cat ha (finalmente) ottenuto il brevetto dall’US Patent Office

ecat_69Ebbene si, la tenacia di Andrea Rossi e’ stata premiata e finalmente il 25 agosto il suo E-Cat ha ottenuto il brevetto dall’US Patent Office. Abbiamo appreso la notizia dalle pagine del blog Impossible Invention di Mats Lewan, che, per quanti fossero interessati a leggere l’intero documento, pubblica anche il link da cui scaricarlo per intero: https://animpossibleinvention.files.wordpress.com/2015/08/us9115913b1.pdf .

Andrea Rossi: il primo modello del nuovo Hot Cat e’ stato distrutto ed e’ in fase di ricostruzione con alcune modifiche

rossi_92Nelle ultime settimane dalle pagine del blog che Andrea Rossi tiene sul Journal of Nuclear Physics erano giunte notizie piuttosto incoraggianti riguardo il nuovo modello di Hot Cat su cui lui ed il suo team stanno lavorando. Infatti, parlandone con i suoi lettori, Rossi dichiarava che il reattore aveva raggiunto una temperatura di 1380°C, resistendo circa dieci ore a questa temperatura di cui 8 ore in modalita’ di autosostentamento.

Dove è ubicato l’impianto da 1MW di Andrea Rossi?

impianto 1mwOrmai tutti sappiamo che Andrea Rossi ed il suo team hanno appositamente predisposto un impianto E-Cat da 1MW per un cliente della Industrial Heat (partner americano di Rossi). Su questo impianto, in funzione ormai da piu’ di 4 mesi, sono in corso dei test che si protrarranno ancora per un po’ di tempo, almeno fino al raggiungimento di un anno dalla messa in funzione dell’impianto.