Archivi categorie: Andrea Rossi

E-Cat QuarkX o Hot Cat?

ecat 23 novembre 2016Chi segue le avventure di Andrea Rossi non puo’ non aver notato che negli ultimi mesi il nostro inventore parla quasi esclusivamente dell’E-Cat QuarkX, ultimo modello di reattore ideato da lui e dal suo team ed attualmente in fase di R&D. Che fine hanno fatto dunque gli altri tipi di E-Cat progettati in casa Rossi? E’ importante capire quanti modelli di E-Cat saranno disponibili sul mercato, se effettivamente Rossi dovesse riuscire a portare al successo la sua invenzione.

E-Cat QuarkX: Andrea Rossi spiega come si sta organizzando per la produzione su larga scala

Rossi 16 novembre 2016Andrea Rossi ed il suo team continuano senza sosta a lavorare sullo sviluppo dell’ultima versione dell’E-Cat, l’E-Cat QuarkX, e, a detta dello stesso Rossi, gli ottimi risultati ottenuti sembrano dar loro ragione.

A dimostrazione di cio’ troviamo un Andrea Rossi soddisfatto quello che dalle pagine del Journal of Nuclear Physics risponde ai suoi lettori, che attendono fiduciosamente la presentazione pubblica del suo ultimo reattore. Evento che non dovrebbe tardare, poiche’ Rossi prevede di riuscire a mostrare pubblicamente il funzionamento dell’E-Cat QuarkX entro febbraio del 2017.

Andrea Rossi: l’E-Cat QuarkX verra’ presentato sia in Svezia che negli USA

Rossi 9 november 2016Dalle pagine del suo blog sul Journal of Nuclear Physics, Rossi ci fornisce due piccole anticipazioni riguardanti la sua ultima invenzione: l’E-cat QuarkX. Una si riferisce alla presentazione pubblica di quest’ultimo reattore a cui Rossi ed il suo gruppo stanno ancora lavorando, l’altra e’ piu’ tecnica, e riguarda le dimensioni raggiunte da questo nuovo modello di E-Cat.

E-Cat QuarkX: perche’ e’ importante raggiungere il 5 Sigma

Sigma5Nei giorni scorsi avevamo gia’ accennato sul nostro blog di quest’ultimo, importante obiettivo che Andrea Rossi ha fissato per l’ultimo reattore di sua invenzione: l’E-Cat QuarkX. Come raccontava Rossi rispondendo a numerosi lettori del suo blog sul Journal of Nuclear Physics, i test sul reattore sembrano procedere per il meglio, al punto che sembra vicino il raggiungimento del livello ‘Sigma 5’ di affidabilita’.

Andrea Rossi: il contenzioso con la Industrial Heat durera’ almeno un anno

Rossi 17 ottobre 2016E’ quanto Rossi stesso afferma dalle pagine del suo blog sul Journal of Nuclear Physics. Per l’ennesima volta vediamo Andrea Rossi coinvolto in un problema lungo, spinoso, e, soprattutto, dall’esito estremamente incerto. La causa intrapresa contro Tom Darden e la Industrial Heat si e’ resa immediatamente piu’ complessa del previsto, con le rispettive repliche depositate dalle controparti e la corposa aggiunta di terzi ed avvocati. Di sicuro non sara’ una passeggiata per Rossi, e prevediamo che anche i costi da sostenere nel frattempo non siano indifferenti.

Andrea Rossi: l’E-Cat QuarkX e il Sigma 5 Level

Rossi October 2016L’appuntamento quasi quotidiano tra Andrea Rossi ed i lettori del suo blog sul Journal of Nuclear Physics ormai verte quasi esclusivamente sulla produzione dell’ E-Cat QuarkX. La messa a punto di questo nuovo reattore, ulteriore evoluzione dell’E-Cat, sta completamente assorbendo il nostro inventore, che sembra particolarmente fiero e sicuro dei risultati del lavoro svolto da lui e dal suo team. Nessuno ha ancora avuto modo di assistere ai test in corso su questo nuovo reattore, ma basandoci sulle dichiarazioni di Rossi sembra che il consueto percorso di R&D stia  procedendo per il meglio. Addirittura Rossi afferma che si sta raggiungendo il livello ‘Sigma 5’ di affidabilita’. Cosa significa?

LENR: Intervista con Ed Storms e Frank Acland

storms and aclandPer noi curiosi – ma non necessariamente esperti – della ricerca sulla fusione fredda (o LENR, come viene definita oggi), la presenza di un blog come e-catworld e del suo moderatore, Frank Acland, e’ importantissima, perche’spesso ci forniscono notizie importanti, spiegandole in modo chiaro e semplice. Quella che vi riportiamo oggi e’ la notizia di una duplice intervista tutta dedicata alle LENR fatta all’interno della rubrica Pentamental Show sulla Syncbook Radio e condotta da John Maguire.

Fusione Fredda: Andrea Rossi procede con la produzione dell’E-Cat Quark X

Rossi_settembre 2016Non deve essere affatto facile per Andrea Rossi continuare a concentrarsi sul suo lavoro dopo aver passato un’estate decisamente turbolenta. L’irreparabile rottura dei rapporti con la Industrial Heat ha colto tutti noi che seguiamo le vidende del nostro inventore da anni piuttosto di sorpresa, e molti si chiedono che ne sara’ ora della produzione dell’E-Cat. Ma Rossi non e’ certo una persona che si scoraggia facilmente, evidentemente sorretto dalla fiducia nella validita’ della sua invenzione. E mentre da un lato sta fronteggiando un’azione legale piuttosto pesante, dall’altro procede con lo sviluppo della sua invenzione, l’E-Cat, di cui ora esiste una versione denominata E-Cat Quark X. Ma andiamo per ordine.

Quali tecnologie potrebbero salvare il nostro pianeta? Secondo l’Irish Times la fusione fredda

cold fusionOrmai e’ assodato, nel corso dell’anno che sta volgendo al termine la fusione fredda ha subito un vero e proprio processo di riabilitazione. La fusione fredda, o le LENR (Low Energy Nuclear Reactions) – come molti preferiscono definire questo tipo di energia, e’ stata ostacolata e ridicolizzata per decenni dalla scienza ufficiale, ma nel corso del 2015 sempre piu’ ricercatori, istituzioni ed aziende han deciso di sostenere questa ricerca avviata da Fleischmann e Pons, probabilmente grazie anche all’irruzione di Andrea Rossi col suo E-Cat.

Vessela Nicolova pubblica una nuova intervista ad Andrea Rossi

Vessela Nicolova, l’autrice della biografia su Andrea Rossi (E-cat-The New Fire) e   del libro  “Hot-Cat 2.0: How last generation E-Cats are made”  (scritto insieme a Roberto Ventola), ha appena pubblicato sul suo blog  l’intervista fatta recentemente ad Andrea Rossi e presentata in occasione di un workshop tenutosi a Roma il 24 novembre ed organizzato da Domenico Scilipoti.

Andrea Rossi, che durante l’intervista si trovava all’interno del container in cui sta attualmente lavorando (passandoci in media 16 ore al giorno), ci ha aggiornato brevemente sulla situazione dei lavori in corso sull’impianto da 1MW (quello installato presso gli stabilimenti di un cliente della Industrial Heat) e sull’E-Cat X (ossia quello che sara’ l’E-Cat ad uso domestico).