Archivi categorie: Nickel

Andrea Rossi su Panorama e CNN

Rossi_82Improvvisa grande visibilita’ per Andrea Rossi e la sua invenzione per eccellenza, l’ E-Cat.
In tanti avevamo notato nelle ultime settimane il silenzio dei mass media riguardo alla pubblicazione del Lugano Report, ed ecco che improvvisamente, nell’ultimo paio di giorni, Rossi sembra essere diventato l’uomo del momento.
Non che la sua figura non sia piu’ controversa, in tanti sono ancora perplessi sulla validita’ del suo lavoro e sull’esistenza della fusione fredda in genere, ma se non altro ora chi vuol essere informato non puo’ piu’ ignorare la sua esistenza.
Partiamo prima di tutto dalla Francia.
Un popolare sito francese, Contrepoints.org, ha pubblicato un articolo scritto da Jean-Pierre Cousty intitolato “Cold Fusion: the cat (E-Cat) is finally out of the box”. L’articolo parla in maniera positiva del rapporto redatto dall’ITP (Indipendent Third Party) e sottolinea l’importanza delle LENR per il nostro futuro.
Anche Andrea Rossi ha apprezzato pubblicamente l’articolo, ringraziando la rivista dalle pagine del suo blog sul Journal of Nuclear Physics.
Ora spostiamoci negli Stati Uniti.
Grazie ad un post apparso sempre sul blog di Rossi, scopriamo che il sito della CNN ha parlato in maniera piuttosto lusinghiera di Andrea Rossi, definendo le LENR l’arma segreta di Obama. Per chi fosse interessato, ecco il link all’articolo:
http://ireport.cnn.com/docs/DOC-1187686?ref=feeds%2Fnewsiest
E ora arriviamo all’Italia.
Questa settimana Panorama ha pubblicato un lungo articolo scritto da Raffaele Panizza su Andrea Rossi dal titolo “Un fisico geniale?”  (v. foto).
Il pezzo riporta la corposa intervista (cosa rara visto la reticenza di Rossi) che Rossi ha rilasciato a Panizza.
Panorama pero’ non si ferma a quest’intervista, e pubblica anche la review al libro scritto da Vessela Nikolova che altro non e’ che la recente biografia di Rossi: E-Cat – The New Fire.
Sembra quindi che il 2014 sia stato un anno positivo per il nostro inventore.
Vedremo nei prossimi mesi se tutti i suoi progetti verranno coronati dal successo col funzionamento del nuovo impianto da 1MW e con l’approvazione del brevetto recentemente richiesta.

Nuova richiesta di brevetto per Andrea Rossi

Rossi_81Ringraziando E-Cat World per la segnalazione, scopriamo che Andrea Rossi ha presentato una nuova richiesta di brevetto, che e’ stata pubblicata dall’US Patent and Trademark Office for “DEVICES AND METHODS FOR HEAT GENERATION”.
Dal documento risulta che il titolare del brevetto e’ la Leonardo Corporation (con sede a Miami), mentre Andrea Rossi compare alla voce inventore e la Industrial Heat LLC figura come richiedente.
Questa richiesta di brevetto, resa pubblica solo questa settimana, e’ stata depositata in primavera, ed esattamente il 26 aprile del 2014.
Questo l’abstract:
A reactor device includes a sealed vessel defining an interior, a fuel material within the interior of the vessel, and a heating element proximal the vessel. The fuel material may be a solid including nickel and hydrogen. The sealed vessel may be sealed against gas ingress or egress and may contain no more than a trace amount of gaseous hydrogen. The sealed vessel is heated with an input amount of energy without ingress or egress of material into or out of the sealed vessel. An output amount of thermal energy exceeding the input amount of energy is received from the sealed vessel. The fuel material has a specific energy greater than that of any chemical reaction based energy source.
Vedremo se, e in che tempi, verra’ approvata.

Che tipo di trasmutazione avviene all’interno dell’E-Cat?

cold_fusion_8Mentre attendiamo che Andrea Rossi concluda la predisposizione del nuovo impianto da 1MW negli stabilimenti del suo nuovo cliente, e mantenga la promessa di renderlo accessibile al pubblico, tutto cio’ che possiamo sapere sull’E-Cat lo apprendiamo dalle pagine del blog che Rossi in persona tiene sul Journal of Nuclear Physics.
Come sapete le domande poste a Rossi sono molteplici.
E da quando si e’ saputo che il test che terze parti indipendenti hanno svolto sull’E-Cat si e’ concluso ed il report redatto e’ pronto ed in attesa di pubblicazione su rivista peer reviewed, la curiosita’, se possibile, e’ aumentata.
Rossi non e’ esattamente un chiacchierone, e spesso ci lascia a bocca asciutta per diversi motivi (brevetti ancora da ottenere, segreti industriali ecc.).
Oggi un lettore gli chiede cosa avviene all’interno dell’E-Cat in termini di trasmutazione, e se vengono usati diversi isotopi di nickel.
Rossi risponde (al solito in maniera non molto completa, per motivi di brevetti in corso) che il processo utilizzato (il cosiddetto “Rossi Effect”) e’ anche un sistema per produrre 62Ni, perche’, dice, solo questo puo’ spiegare la formazione di atomi di Cu stabile, seppur in piccole quantita’. Inoltre, Rossi prosegue affermando che con l’utilizzo di polveri di nickel arricchito in tal modo, l’efficienza dell’E-Cat aumenta, ma di cio’ non sono sicuri poiche’ possono esserci stati errori nell’analisi, cosi’ si sta ancora studiando questo fenomeno.
Dietro richiesta di un altro lettore, paragonando il suo lavoro a quello di Fleischmann e Pons, Rossi ricorda che la loro ricerca era basata invece sul concetto di elettrolisi.

E-Cat: il nuovo report pronto per fine giugno?

Cecat_44on l’estate alle porte, la febbre per la pubblicazione del secondo report (che teoricamente avrebbe dovuto vedere la luce in marzo) svolto da terze parti indipendenti sull’E-Cat sale .
Di conseguenza sul blog tenuto da Andrea Rossi in persona sul Journal of Nuclear Physics tanti lettori pongono interrogativi relativi a questa imminente pubblicazione.
E Rossi stesso, in una delle ultime risposte, prevede (ma non assicura) che il rapporto verra’ pubblicato intorno alla seconda/terza settimana di giugno. Inoltre Rossi afferma di non sapere ancora se gli esiti dei test effettuati siano positivi o negativi, poiche’ i professori coinvolti stanno ancora completando l’analisi dei dati.
Nessuna menzione invece sulla rivista che pubblichera’ quest’ultimo report. Questo della rivista per Rossi e’ un passo importante, poiche’ tante delle critiche rivoltegli dopo la pubblicazione dello scorso report riguardavano proprio la rivista, a detta di molti non autorevole.
Intanto, in attesa di questa pubblicazione una tegola proveniente dalla Svezia sta cadendo sulla testa di Rossi.
Infatti, il paese alleato di Rossi per eccellenza, sta mandando in onda sul canale Sveriges Radio un programma in tre parti tutto dedicato a Rossi ed al suo E-Cat. La trasmissione pero’ pare non brillare per obiettivita’ e attacca senza mezzi termini Rossi e la sua invenzione, ritirando fuori addirittura i problemi passati con la giustizia italiana.
In sostanza in questo programma Rossi viene descritto come un manipolatore, un impostore che si serve degli altri per raggiungere i suoi scopi (disonesti).
Il programma non spara a zero soltanto su Rossi, ma ribadisce la tesi dell’inesistenza della fusione fredda, sostenendo che anche la ricerca condotta da Fleischmann e Pons sia stata basata su misurazioni sbagliate.
Acque agitate dunque per il nostro Rossi. Vedremo se i dati gli daranno ragione.

Fusione Fredda: medaglia d’argento all’E-Cat

medaglia d'argentoE’ dicembre, e come tutti gli anni e’ tempo di classifiche dei top e dei flop dell’anno che sta finendo.
E ovviamente non potevano mancare classifiche inerenti il mondo scientifico. La rivista Real Clear Science (http://www.realclearscience.com/) ne ha stilata una molto particolare: quella della scienza spazzatura del 2013.
Come starete intuendo la medaglia d’argento e’ stata vinta dall’E-Cat proprio in questo campo.
Real Clear Science spiega cosi’ questo secondo posto.
La speranza di trovare un tipo di energia pulita e potenzialmente inesauribile e’, secondo la rivista, alimentata da persone senza scrupoli che mirano al denaro di chi crede si stia riuscendo a scoprire tale fonte. E, sempre secondo RCS, l’E-Cat, il reattore creato da Andrea Rossi che funzionerebbe a temperatura ambiente fondendo nickel e idrogeno, sarebbe la piu’ grande di queste bufale (viene asserito con convinzione che per ottenere della fusione siano indispensabili un’alta temperatura e pressione).
L’articolo poi prosegue parlando del report pubblicato in primavera che riportava il risultato dei test indipendenti svolti sull’E-Cat. Report che, come sottolinea Real Clean Science, e’ stato poi demolito dai fisici Siegel e Thieberger anche basandosi sul fatto che la pubblicazione non e’ stata sottoposta ad una peer review.
Ma l’opera di denigrazione dell’E-Cat non finisce qui, e l’articolo si chiude affermando che la fusione fredda non e’ una scienza valida, e che l’E-Cat non si avvicina nemmeno minimanente ai requisiti richiesti per affermare che sia una vera scoperta.
Ecco dunque che si rifanno sentire a gran voce i detrattori di Andrea Rossi, che in questo periodo stanno trovando il campo sufficientemente sgombro da poter affondare le loro bordate.
Al momento non sono giunte dichiarazioni da parte di Rossi, e non sappiamo se ne arriveranno nei prossimi giorni oppure se il nostro inventore aspettera’ direttamente la pubblicazione dei risultati dei test in corso.
E voi cosa ne pensate? Avete perso la fiducia o ritenete che la fusione fredda sia una valida alternativa, con o senza Rossi?

LENR: la ST Microelectronics fa richiesta di brevetto

Stmicroelectronics

Un altro passo avanti verso l’utilizzo delle LENR? E’ ancora presto per dirlo, ma certamente e’ una bella notizia per chi e’ convinto del loro funzionamento.

La ST Microelectronics, colosso italo francese con base a Ginevra, sembra proprio certa della legittimita’ delle LENR. L’azienda, che e’ tra i leader mondiali nella produzione di semiconduttori e componentistica, ha infatti depositato in febbraio richiesta di brevetto (pubblicata il 19 settembre) presso l’Ufficio Brevetti statunitense per un reattore che funzionerebbe attraverso le LENR. Tra i metalli che contribuirebbero al funzionamento del congegno ci sarebbe anche il nichel, materiale impiegato anche da Andrea Rossi per il suo E-Cat.

E-Cat: NewLifeRadio intervista Andrea Rossi

Ecco di nuovo un Andrea Rossi estremamente disonvolto concedere lo scorso 25 giugno un’intervista a Giulietta Bandiera del canale NewLifeRadio.

Notizia di quest’ultimo intervento di Rossi ci e’ giunta direttamente dal  suo blog sul Journal of Nuclear Physics.

L’incontro e’ durato circa mezz’ora, ed e’ stato un po’ diverso dalle precedenti interviste, meno formale e tecnico forse, ma con un Andrea Rossi piu’ cordiale ed estroverso del solito.

Fusione Fredda: e’ morto Sergio Focardi

Rossi_Focardi_5

Il 22 giugno, dopo una lunga malattia, il Professor Sergio Focardi ci ha lasciato.

Sono l’Universita’ di Bologna ed Andrea Rossi in persona a darne la comunicazione sui rispettivi siti e noi, pur non avendolo conosciuto personalmente, vorremmo unirci al dolore dei familiari e collaboratori per questa grande perdita.

Focardi, Professore emerito di Fisica generale all’Universita’ di Bologna, e’ stato un grande sostenitore della fusione fredda, al cui studio ha contribuito notevolmente.

Il Parlamento Europeo e la Fusione Fredda

Parlamento_Europeo

Lo scorso 3 giugno si e’ tenuto presso il Parlamento Europeo di Brussels un importante seminario dal titolo New advancements on the Fleischmann-Pons Effect: paving the way for a potential new clean renewable energy source? .

Importanti studiosi, ingegneri e uomini d’affari nel campo dell’energia sono giunti da tutto il mondo per partecipare a questo evento e discutere insieme dei risultati a cui si e’ giunti nella ricerca sulla fusione fredda.

Sul blog di Daniele Passerini e’ possibile trovare le foto delle slides delle presentazioni, che son state tutte estremamente interessanti.

Nuova intervista radiofonica di Andrea Rossi

Andrea Rossi ci ha colti nuovamente impreparati. Infatti, dopo esserci rassegnati ad un lungo silenzio stampa, eccolo ospite del programma radiofonico americano Tom and Doug Radio Show.

Il video che vi proponiamo contiene solo una parte dell’intervista, che sara’ disponibile integralmente nelle prossime settimane.

Thomas Florek, uno degli intervistatori, ha reso nota la pubblicazione del video su youtube sia tramite il blog e-cat world, ma soprattutto postando sul blog di Andrea Rossi  sul Journal of Nuclear Physics il link per accedere al video. E Rossi si e’ mostrato molto grato a Florek, ringraziandolo personalmente per aver pubblicato esattamente quanto detto da lui nel corso dell’intervista.