Andrea Rossi: l’E-Cat non sparira’

In attesa del report con i risultati dei test indipendenti svolti  sull’E-Cat, la calma apparente di  Andrea Rossi fa pensare che non ci siano novita’ di rilievo se non addirittura che tutti i lavori siano fermi in attesa dei risultati dei test.

Questo e’ quanto molti di noi han sospettato ultimamente e quanto ha scritto Steven Karels in un post sul blog di Rossi sul Journal of Nuclear Physics. Karels chiede infatti esplicitamente a Rossi  novita’, ipotizzando addirittura che suddetto report non vedra’ mai la luce, mentre i dibattiti, soprattutto quelli critici, sul reale funzionamento del reattore proseguono. Nel post Karels invita Rossi a fare una dimostrazione pubblica del funzionamento dell’E-Cat, non tanto per convincere i detrattori, ma per riaccendere l’immaginazione del pubblico.

Rossi ha replicato affermando che i lavori negli impianti stanno procedendo piu’ febbrilmente che mai, e che l’E-Cat, una volta sul mercato, certamente non sparira’ come pronosticato dai suoi detrattori. Inoltre, aggiunge Rossi nella sua risposta, una volta pronto l’ormai famoso report predisposto da terzi, verra’ pubblicato in ogni caso.

Sembra dunque che Rossi stia procedendo per la sua strada, senza curarsi delle critiche e fermamente convinto del suo percorso, indipendentemente dall’esito dei suddetti test.

Mentre c’e’ chi non perde occasione per affermare che l’E-Cat sia una bufala e Rossi un truffatore, c’e’ invece chi  lo esalta in maniera plateale (e forse un po’ esagerata). E’ il caso di Gianluca D’Agostino, che a sua volta ha scritto un post sul blog di Rossi, spingendosi a dire che il Vaticano dovrebbe farlo santo! E D’Agostino non si ferma qui: su Examiner.com ha scritto un intero articolo osannando il lavoro svolto dal nostro ingegnere, definendolo l’uomo che ha salvato il mondo.

Che dire, quando si tratta di Rossi le mezze misure sembrano proprio non esistere.

 

 

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.