Andrea Rossi: l’effetto della partnership e’ stato estremamente produttivo

Rossi_69La rivelazione dell’identita’ del partner americano di Andrea Rossi, anziche’ spegnere la curiosita’ sull’andamento dei test sull’E-Cat la sta, se possibile, alimentando.
Sono tanti i quesiti che quotidianamente arrivano sul Journal of Nuclear Physics, e Rossi, come di consueto, centellina la diffusione di informazioni.
Infatti, oltre alle ormai note argomentazioni di segretezza fino all’ottenimento del brevetto, ora si sono aggiunte quelle degli accordi stipulati con la Industrial Heat.
Ma scandagliando tra le risposte pubblicate sul blog di Rossi, qualche dettaglio si riesce sempre ad ottenerlo.

Uno dei lettori piu’ assidui a cui Rossi non manca mai di rispondere e’ Frank Acland, di E-Cat World.
Acland questa volta prende spunto dalla collocazione geografica dei partner di Rossi (la Industrial Heat e’ situata nel North Carolina, nel Research Triangle) per sapere quanto cio’ stia influendo sullo sviluppo dell’E-Cat, in considerazione anche dei contatti e delle risorse della compagnia.
Rossi replica affermando che con la Industrial Heat e’ in corso un importante lavoro di R&D (Research & Development), validazione e industrializzazione, e che si e’ costituito un team forte. Rossi conferma che la partnership e’ stata ed e’ estremamente produttiva. Mentre per quanto riguarda i risultati (come gia’ detto piu’ volte), Rossi preferisce aspettare che si concludano i lavori di R&D e validazione in corso. Rossi e’ attualmente lo chief scientist, e conferma di poter parlare dei risultati ottenuti solo una volta che si siano consolidati e dopo lunghe e rigorose misurazioni. I risultati, prosegue Rossi, potranno essere positivi come han ragione di sperare, ma anche negativi. A detta di Rossi c’e’ ancora molto lavoro da fare.
Un Rossi velatamente piu’ ottimista questa volta, ma sempre estremamente stringato.
Chissa’ che nelle prossime settimane/mesi, non sia proprio la Industrial Heat a rilasciare qualche dichiarazione piu’ particolareggiata.

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.