Andrea Rossi: pubblicato su arxiv.org un nuovo articolo riguardante gli esperimenti sull’E-Cat QuarkX (Cop=22.000!)

rossi arxivDopo mesi in attesa di novita’ rilevanti, ecco che inaspettatamente vediamo pubblicare su arxiv.org un nuovo articolo a firma Andrea Rossi e Carl-Oscar Gullström (professore presso l’Universita’ di Uppsala, in Svezia) dal titolo “Nucleon polarizability and long range strong force from σI=2 meson exchange potential”

 Ecco l’abstract di questa sorprendente pubblicazione: We present a theory for how nucleon polarizability could be used to extract energy from nucleons by special electromagnetic conditions. A presentation of an experiment that validates the theory is presented. Also an new theory for a long range strong force is introduced by enhance the role of the σI=2 meson in nucleon nucleon potential made from mixed isospin σ meson.

Sebbene nell’articolo non si menzioni direttamente l’E-Cat QuarkX, ultimo dispositivo creato da Andrea Rossi, la convinzione generale e’ quella che sia proprio un rapporto sul suo funzionamento. Il testo e’ piuttosto tecnico e abbastanza complicato per chi non e’ esattamente un esperto della materia, lo afferma lo stesso Francesco Celani, che cosi’ commenta la pubblicazione: “Mi SEMBRA di capire (dopo una BREVISSIMA lettura del documento) che, a parte le complesse equazioni teoriche, anche Lui utilizzi un “Coin Metal con manganese”, cioè spesso proprio la Costantana della IsabellenHutte (Cu_55*Ni_44*Mn_1) da Noi utilizzata dal 2011. La famiglia delle Costantane, date le eccellenti proprietà meccaniche e chimiche, è usata ANCHE per le monete da 1 e 2 Euro. Ovviamente, se ciò fosse vero, sarebbe un bel “segnale”. Cercherò di leggere il, non facile, articolo.

Se tutti i dati riportati nell’articolo scritto con Gullström venissero confermati (ossia il raggiungimento di un COP di 22,223.23049), i risultati raggiunti da Rossi sarebbero addirittura migliori di quelli risalenti al precedente test sull’E-Cat. Se siete interessati a leggere l’artcolo completo, potete farlo collegandovi a questo link: https://arxiv.org/pdf/1703.05249.pdf

 

 

 

 

 

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.