E-Cat: avete gia’ pensato a come utilizzarlo?

ecat_38Il problema energetico e’ sempre piu’ sentito, questo ormai e’ assodato. E sono veramente tante le persone che appoggiano lo studio di energie alternative. Ovviamente nei dibattiti la parte del leone tocca ad Andrea Rossi ed al suo E-Cat. La controversa invenzione di Rossi scatena ciclicamente fior di discussioni piuttosto accese tra i suoi sostenitori e i suoi detrattori.
Ma che ci sia bisogno di una svolta perche’ la situazione ormai e’ drammatica, questo e’ certo.
Se voi rientrate tra i ‘fan‘ (o magari anche solo i curiosi) dell’E-Cat, vi siete mai chiesti che raggio di azione potrebbe avere il suo utilizzo?
In diversi l’han fatto, e, in mancanza di reali aggiornamenti da parte di Rossi in persona, le congetture tenderanno a proliferare.
Quelle che vi proponiamo oggi sono alcune delle interessanti ipotesi proposte da Rick Allen con un post pubblicato oggi su E-Cat World intitolato “25 Economic Impacts of the E-Cat“. Come dice il titolo, i campi d’impiego secondo Allen potrebbero essere 25, noi ve ne riportiamo solo alcuni.
1. In campo medico. Un E-Cat portatile potrebbe fornire energia a dispositivi come pacemakers, defibrillatori, respiratori portatili, cuori artificiali o protesi.

2. In campo automobilistico. Secondo Allen l’E-Cat sarebbe utile per il funzionamento degli alternatori, gli iniettori, i radiatori e cosi’ via.
3. Nell’industria del riciclaggio dei rifiuti. Infatti questo e’ un campo che assorbe molta energia, e si potrebbe risparmiare applicando dei generatori E-Cat.
Questi sono solo alcuni esempi. Allan infatti poi parla diffusamente anche di altri settori quali quelli del trasporto, del campo alimentare, ovviamente del riscaldamento e dell’industria manifatturiera.
E Allan non ne fa solo un discorso di risparmio energetico, ma anche di creazione di nuovi posti di lavoro, tasto effettivamente toccato anche da Rossi.
Sembra plausibile, vero?
Chissa’ se dal 2014 avremo modo di veder realizzati alcuni di questi desideri.

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.