E-Cat: cosa succede ad Andrea Rossi?

Pare che Andrea Rossi sia talmente bravo a far parlare di  se’ e delle sue imprese da riuscirci pure quando non dice nulla! Infatti a scatenare ipotesi, congetture e domande sul web e’ proprio la sua assenza. Per la precisione il grande assente oggi e’ il suo blog sul Journal of Nuclear Physics.

Cosa succede? Il sito e’ (momentaneamente, speriamo) sospeso.  Ma noi siamo ottimisti e non vogliamo dar retta a tutti i detrattori dell’Ingegnere e del suo E-cat . Queste cose capitano, e di sicuro ci sara’ una  soluzione.

Ce lo auguriamo caldamente, anche perche’ tramite il blog tenuto da Rossi era possibile sapere dal diretto interessato gli sviluppi del suo E-cat o “E-catalyzer”.

Nel frattempo un’altra notizia ci sta lasciando piuttosto perplessi.

L’Universita’ di Bologna tramite il suo sito ha rilasciato una breve ma chiarissima dichiarazione in cui precisa di non essere in alcun modo coinvolta con gli esperimenti svolti sinora dalla Leonardo Corp. di Andrea Rossi. Nel comunicato l’Ateneo precisa inoltre che nessuno dei suoi ricercatori ha partecipato ad esperimenti sull‘Energy Catalyzer, e che sia il test del 28 ottobre che quelli fatti in altre date non si sono svolti presso l’Universita’.

L’Ateneo pero’ conferma di seguire con molta attenzione gli sviluppi in materia, in attesa dell’attivazione del contratto con l’EFA S.r.l. (la societa’ italiana di Andrea Rossi).

Cosa aspettarci ora?

Nei prossimi giorni vedremo quali nuovi scenari si apriranno su questa intricata vicenda.

 

 

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.