E-Cat e Hyperion

 

Come vi avevamo anticipato nei precedenti post, la risoluzione dei rapporti tra la greca Defkalion e l’Ing. Andrea Rossi sta avendo quotidianamente strascichi, con un crescendo di acredine tra le due parti.

La situazione e’ quanto mai confusa e misteriosa. Questo interessante articolo pubblicato su Focus.it fa il punto della situazione su tutta la vicenda, cercando di capirne gli eventuali sviluppi.  Viene analizzata in particolar modo la diatriba E-Cat/Hyperion con i greci che sostengono di aver sviluppato un prodotto sostanzialmente migliore di quello progettato da Rossi e di essere gia’ in regola con licenze e permessi, e Rossi (attualmente negli USA) che ribatte che i greci non possono avere gia’ ottenuto le licenze per vendere al di fuori dei Balcani.

Ma con tutto questo polverone cosa ci fa ancora in America l’Ing. Rossi?  Apparentemente in vacanza, pare invece stia cercando altri finanziatori del suo progetto. Ricordiamo intanto che l’E-Cat non ha ancora ottenuto brevetti europei, ma un unico brevetto in Italia.

A questo punto, e’ piu’ che mai indispensabile che Rossi e Focardi (con il loro gruppo di collaboratori) riescano a dimostrare la validita’ dell’E-Cat prima che le critiche dei loro (tanti) detrattori abbiano la meglio. E di sicuro questi continui misteri e capovolgimenti non fanno altro che aumentare lo scetticismo generale.

 

 

 

 

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.