E-Cat: La formula svedese

ecat_31

L’annuncio apparso sul sito della Hydro Fusion (licenziataria dell’E-Cat per la Svezia e il Nord Europa) in cui si annuncia la ricerca di un cliente pilota per l’E-Cat, sembra una ulteriore conferma della validita’ dell‘invenzione di Andrea Rossi.

La notizia ha destato chiaramente molto entusiasmo nei ‘fan’ di Rossi, e sul suo blog sul Journal of Nuclear Physics cominciano ad arrivare domande in merito.

Ad esempio proprio oggi un lettore chiede se quanto si sta per sperimentare in Svezia verra’ replicato in Italia dalla Prometeon.  Questa la risposta di Rossi: la formula svedese dipende dai licenziatari, non da noi. La Leonardo Corporation vende gli impianti da 1MW, e il proprietario puo’ usarli come preferisce: se vogliono investire in un impianto per vendere energia possono farlo.  Noi facciamo soltanto la due diligence sul cliente finale che compra l’energia, prima che accetti la soluzione. Il nostro licenziatario svedese ci ha proposto un cliente che ci piace … Noi abbiamo dato via libera, ma questa e’ una loro iniziativa, non nostra.

A riconferma di cio’, sul sito della Hydro Fusion e’ stata apportata una modifica piccola ma molto significativa all’annuncio postato l’altro giorno. Infatti ora nel testo non si menziona piu’ la Leonardo Corporation, ma compare unicamente la societa’ svedese quale promotrice dell’iniziativa.

Accadra’ lo stesso anche in Italia? Questa volta sembra che lo scopriremo presto.

 

 

 

 

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.