E-Cat: sviluppi nella produzione dell’impianto da 1MW

Andrea Rossi sta effettivamente mettendo in pratica il silenzio stampa annunciato recentemente, e quindi all’assenza di interviste sta sopperendo (come d’altronde aveva promesso) con brevi aggiornamenti tramite il suo blog sul Journal of Nuclear Physics.

Eccoci dunque a leggere quanto pubblicato e, tra i post piu’ recenti, queste sono le due notizie che ci sembrano piu’ interessanti.

Una riguarda le dimensioni dell’ormai famoso ‘Hot Cat‘ (ossia l’E-Cat in grado di lavorare ad alte temperature). Secondo le ultime notizie fornite da Rossi, l’Hot Cat dovrebbe misurare due metri di lunghezza, uno di altezza e uno di larghezza (queste misure si riferiscono al reattore contenuto all’interno di una scatola). Per quanto riguarda il peso, il nostro ingegnere prospetta un peso di circa una tonnellata.

L’altra ‘chicca’ riguarda la collaborazione col misteriorissimo partner con cui la Leonardo Corporation sta mettendo a punto la produzione dell‘impianto da 1MW. Sempre secondo Andrea Rossi (non abbiamo altre fonti), grazie all’accordo stipulato con questo ‘very important Partner‘ (come lui stesso lo definisce) sara’ possibile sviluppare la produzione in base alla richiesta del mercato.  Rossi poi specifica che il primo passo in tal senso riguarda gli impianti da 1MW, su cui stanno attualmente lavorando, con ulteriori migliorie e alcuni cambiamenti del design.

Come sempre quando di parla di Andrea Rossi e delle sue invenzioni, molte sono le opinioni che circolano e tante le critiche dovute soprattutto alla quantita’ di ‘segreti‘ tuttora mantenuti. Ed obiettivamente Rossi sta mettendo a dura prova la nostra fiducia e pazienza. Vedremo i prossimi mesi quali novita’ ci porteranno.

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.