Fusione Fredda – Elezioni USA e LENR

Pochi giorni fa vi avevamo parlato di Mitt Romney, candidato alle prossime primarie del Partito Repubblicano, e delle sue dichiarazioni in favore della fusione fredda.

In queste ultime ore un altro candidato, questa volta al Senato del Michigan, nel corso di un’intervista a Cold Fusion Now si dichiara accorato sostenitore delle LENR (Low Energy Nuclear Reactions).

Si tratta di Randy Hekman, che non si limita a questa intervista, ma addirittura inserisce la politica energetica tra i punti chiave della sua campagna elettorale.

Questo ex giudice si dichiara convinto che le LENR costituiranno il futuro dell’energia. E sembra proprio avere le idee chiare in merito, oltre a vantare una certa esperienza nel campo della ricerca energetica (nel 1996 infatti ha fondato una sua societa’ di ricerca nel settore).

Alle domande che gli son state sottoposte da Ruby Carat ha risposto in maniera sicura e precisa. Hekman ha ribadito principalmente questi tre punti: le LENR non producono scorie radioattive, sono praticamente inesauribili e sono molto economiche.

Ed era impossibile evitare una domanda su Andrea Rossi e il suo E-Cat. Cosa ne pensa Hekman? E’ decisamente scettico. Prima di tutto per l’eccessiva riservatezza con cui Rossi sta proteggendo la sua invenzione, e poi per il suo passato non sempre limpidissimo.

Non ancora sappiamo se queste osservazioni colpiranno nel segno e Rossi si decidera’ a rivelare i particolari mancanti sul funzionamento dell’E-Cat, ma di sicuro sono un punto a favore della ricerca sulle LENR.

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.