Hot Cat: esperimenti in corso per produrre energia elettrica

hotcat_5Come spesso accade nel periodo estivo, poche notizie rilevanti ci giungono dal fronte Andrea Rossi. Non che il nostro inventore abbia chiuso i battenti e sia andato in ferie, tutt’altro, il suo lavoro procede incessantemente. Solo che ultimamente l’attivita’ di Rossi e del suo team sembra concentrarsi piu’ sulla verifica del  corretto funzionamento dell’impianto da 1MW installato presso gli stabilimenti di un cliente della Industrial Heat, che sull’effettiva implementazione del reattore E-Cat inventato da Rossi.

Oltre all’impianto da 1MW, anche sull’Hot Cat recentemente non vengono divulgate grosse novita’. Ma queste ovviamente sono nostre considerazioni, poiche’ Rossi, soprattutto da quando collabora con la Industrial Heat, e’ diventato ancora piu’ “geloso” del proprio lavoro, spesso anche a causa di clausole contrattuali che gli impongono forti vincoli di confidenzialita’. Cio’ premesso, e’ comunque sempre interessante leggere il blog che Rossi aggiorna quotidianamente sul Journal of Nuclear Physics, perche’ spesso tramite la corrispondenza con i suoi lettori Rossi fornisce qualche “chicca” che ci aiuta a farci un quadro della situazione in corso.

Ad esempio questa settimana un lettore chiede a Rossi tre cose interessanti: 1) se il cliente dell’Industrial Heat e’ interessato anche all’acquisto dell’Hot Cat (ricordiamo che i lavori di R&D si stanno svolgendo presso gli stessi stabiimenti in cui e’ stato installato l’impianto da 1MW); 2) in caso affermativo, per la produzione di energia termica od elettrica?; 3) se il test di un anno dovesse andar bene, il cliente e’ interessato all’acquisto di piu’ di un impianto da 1MW?

Ecco cosa replica Andrea Rossi: 1) i test sull’Hot Cat vengono fatti all’interno dell’area container, e l’R&D non e’ finalizzata a questo cliente; 2) le analisi si svolgono principalmente per la produzione di energia termica, anche se esperimenti vengono fatti per la produzione di quella elettrica; 3) suppongo di si.

E mentre Rossi procede quindi con i suoi test, continuano i tentativi di replica del suo reattore. Sull’onda dell’esperimento di Parkhomov, Denis Valilenko ha reso noto che ha intrapreso un nuovo test. Anche se questa volta non ci saranno riprese dell’avvenimento, Valilenko comunica che sta gia’ riscontrando alcune misurazioni di temperatura insolite.

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.