Perche’ l’eCat avra’ nazionalita’ americana

Sebbene le menti dell’E-Cat siano tutte italiane (Andrea Rossi e Sergio Focardi), la sua implementazione e produzione sta  avvenendo negli Stati Uniti.

Quali sono i motivi di questa scelta? La famosa fuga di cervelli?

L’Ingegner Rossi, durante l’intervista rilasciata a PESN di cui vi parlavamo lunedi’, ribadiva il suo amore per gli Stati Uniti e che ci tiene che la sua invenzione si sviluppi in terra americana (ancora una volta vengono citati motivi segreti …).

Ma successivamente, rispondendo ad un post sul suo blog, manifesta tutta l’amarezza che nutre verso il suo paese natio e fornisce qualche spiegazione su questa scelta logistica. Alla domanda del lettore (se non fosse d’aiuto per l’economia italiana sviluppare l’E-Cat in Italia) Rossi replica dicendo che per aiutare l’Italia con questa tecnologia, deve svilupparla prima negli USA perche’ in Italia verrebbe bloccato prima ancora di iniziare. E a questo punto fa riferimento alle sue note vicende passate e allo scetticismo che grava ancora nei suoi contronti. Rossi poi prosegue dicendo che i suoi stabilimenti italiani non hanno mai smesso di funzionare e che si svilupperanno ulteriormente.  Inoltre, una volta che l’E-Cat diventera’ una tecnologia ampiamente diffusa, varie sedi di produzione verranno installate in giro per il mondo, Italia inclusa.

 

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

5 commenti per "Perche’ l’eCat avra’ nazionalita’ americana"

  1. bel's Gravatar bel
    gennaio 18, 2012 - 6:40 pm | Permalink

    Italia = Bel Paese (di m****)

    • ROB's Gravatar ROB
      febbraio 1, 2012 - 5:19 pm | Permalink

      Anche gli Italiani stanno bene!, non si capisce come mai pensano solo a 3 cose; Mangiare, Scopare(o guardare la partita) e Fare Soldi.
      Con un profilo così basso non si và da nessuna parte se non nei recinti dall’evamento polli.

  2. renzo's Gravatar renzo
    gennaio 29, 2012 - 12:56 pm | Permalink

    penso che le grandi menti vadano tutelate.
    ciò che per l’ennesima volta l’Italia non fà.
    l’America rende valore e riconoscimento ai talenti, anche stranieri.
    un prodotto Americano, con paternità tutta italiana, è sempre un orgoglio Italiano.
    almeno per me.
    ciao

  3. ROB's Gravatar ROB
    febbraio 1, 2012 - 4:37 pm | Permalink

    In Italia nella sede del ministero della ricerca e dello sviluppo è tuttoggi custodito, in totale segreto, vedi rapporto 41 dell’ Enea e l’intervista di RAI NEWS 24 di Torrealta alla Dott.essa Frattolillo, un apparato che funziona con 1 gr. di Palladio e 1 Lt. di acqua pesante, in grado di produrre 10 KWh per probabili 500 anni.
    Probabilmente, visto che si parla del 2004, l’ Italia Spa avrebbe già la Fusione Fredda e che non hanno ancora capito o fatto i conti di come applicare le accise e ingozzarsi di soldi come è di educazione sociale e civile di questo “Splendido Paese” per ora gli và bene non inimicarsi la mafia russa e il suo gas, nè tanto meno i mecenati parlamentari petrolieri e i malavitosi che stanno dietro al Fotovoltaico e l’ Eolico, tutta una Banda Bassotti al completo. E noi povere “Pecorelle” crediamo davvero che il buon bastone del padrone ci racconti sempre la verità, daltronde lui ci difende dai lupi, è così in buona fede che Rubbia è dovuto scappare in Spagna, piuttoso che mettersi contro la comunità scientifica e gli interessi di Italia SpA. Per quanto riguarda l’ E-Cat di Rossi ha fatto solo bene ad andare in America a produrre, oggi quì gli avrebbero già fatto saltare lo stabilimento, mentre là il Senatore Romney stà facendo la sua campagna elettorale, fortunata, guarda guarda, parlando anche di sviluppo e ricerca sulla Fusione Fredda. Un “Behehe! Behehe!” a Tutti i Fortunati Italiani, tra cui io e tanti altri che queste cose le seguiamo da ormai tanti anni di sole speranze.

  4. Eurorisparmio's Gravatar Eurorisparmio
    marzo 19, 2012 - 10:19 pm | Permalink

    La fusione fredda esiste è come prodursi liberamente energia a costo zero! Ma le grandi LObby non vogliono che si scoprino energie pulite e soprattutto senza esborso perchè solo lo sfruttamento di energie inquinanti produce introiti e guadagno meditate gente!

I commenti sono chiusi.

Un trackback per "Perche’ l’eCat avra’ nazionalita’ americana"

  1. su gennaio 23, 2012 a 10:19 am