Peter Gluck e le LENR+

lenr_7La passione e la dedizione degli studiosi nel campo delle energie innovative, riescono a far si che nonostante i numerosi ostacoli la ricerca nel settore progredisca e gli studi siano sempre piu’ approfonditi.
Di pari passo con le tecnologie utilizzate evolvono anche le teorie e i termini impiegati.
Partendo dalla fusione fredda (cold fusion) siamo arrivati alle LENR, che oggi Peter Gluck preferisce definire LENR+.
In cosa consistono?
Prima di tutto ringraziamo E-Cat World, che con i suoi costanti aggiornamenti (come questo su Peter Gluck) ci aiuta a rimanere costantemente informati sulle ultime novita’ in questo settore.
Tornando all’argomento odierno, ecco cosa sostiene Peter Gluck, tecnologo romeno ed editore sul sito Ego Out, da tempo sostenitore della fusione fredda e delle LENR.
Gluck ha recentemente pubblicato un post sul suo sito commentando il libro di Edmund Storms, The Explanation of Low Energy Nuclear Reactions.
Nel suo pezzo Gluck, seppur apprezzando pubblicamente il libro di Storm, ne critica alcuni punti.
Ad esempio, secondo Gluck, la teoria di Storms non evidenzia le differenze tra le classiche LENR e i risultati con eccesso di calore ottenuti da Rossi e dalla Defkalion (DGT).
Parlando dell’esistenza del meccanismo di genesi di zone attive (che Storms definisce NAE, Nuclear Active Environments), Gluck dissente. Secondo lui le LENR classiche funzionano principalmente con zone attive pre-formate, in numero e densita’ limitati, mentre, sostiene Gluck, le LENR+ si basano su una continua generazione di zone attive, creando un equilibrio dinamico tra le zone attive distrutte dalle alte temperature aggiunte e quelle nuove.
Gluck continua sostenendo che il trucco consiste nell’averne molte in funzione – con una sequenza di processi e funzioni. Il lato costruttivo delle alte temperature deve sommarsi a quello distruttivo e questo e’, secondo Gluck, l’indizio dell’eccezionalita’ e del progresso delle LENR+.

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.