Quali tecnologie potrebbero salvare il nostro pianeta? Secondo l’Irish Times la fusione fredda

cold fusionOrmai e’ assodato, nel corso dell’anno che sta volgendo al termine la fusione fredda ha subito un vero e proprio processo di riabilitazione. La fusione fredda, o le LENR (Low Energy Nuclear Reactions) – come molti preferiscono definire questo tipo di energia, e’ stata ostacolata e ridicolizzata per decenni dalla scienza ufficiale, ma nel corso del 2015 sempre piu’ ricercatori, istituzioni ed aziende han deciso di sostenere questa ricerca avviata da Fleischmann e Pons, probabilmente grazie anche all’irruzione di Andrea Rossi col suo E-Cat.

Sempre piu’ ricercatori si dedicano ormai a tempo pieno a questo campo, e tanti sono ormai gli eventi dedicati a questo tema.  Ad ulteriore conferma di cio’, ieri e’ stato pubblicato sull’Irish Times un articolo firmato da Paddy Woodworth, in cui vengono elencate cinque tecnologie che potrebbero servire a salvare il nostro pianeta dal riscaldamento globale. Queste sono le migliori soluzioni attualmente utilizzabili secondo Woodworth: l’energia eolica, l’energia solare, biomassa, l’energia delle maree e la fusione fredda.

I motivi per cui Woodworth sostiene la fusione fredda sono: i rischi limitati rispetto alla quantita’ di energia prodotta, e la scarsita’ di scorie. L’unico problema presente al momento con la fusione fredda, secondo Woodworth, e’ che nessuno sa ancora come produrla! Per chi fosse interessato a leggere l’intero articolo, che si intitola  COP21: Five technologies that could help – and five that will not,  questo e’ il link da cui e’ possibile scaricarlo: http://www.irishtimes.com/news/environment/cop21-five-technologies-that-could-help-and-five-that-will-not-1.2459227

Woodworth ha gia’ dimostrato in passato un profondo interesse per il problema energetico/ambientale e nel 2013 ha pubblicato un libro intitolato “Our Once and Future Planet – Restoring the world in the climate change century” pubblicato dalla University of Chicago Press.

COSA NE PENSI? Inserisci un commento qui sotto...

commenti

I commenti sono chiusi.